faq

FAQ Appalto “Restauro e valorizzazione del complesso monumentale di Villa Rufolo: SERVIZI MULTIMEDIALI”

Chiarimenti e informazioni possono essere richiesti inviando un messaggio di posta elettronica ai seguenti indirizzi di posta elettronica certificata dell’ufficio del RUP:  This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. .
Quesiti e risposte verranno pubblicati esclusivamente su apposita faq sul sito www.fondazioneravello.com e www.villarufolo.it nei successivi 5 giorni, festivi esclusi, senza ulteriori comunicazioni ai concorrenti.

I quesiti potranno pervenire entro il termine ultimo del 20 marzo 2015.


Domanda n. 1:
rispetto ai requisiti di capacità economico-finanizaria di cui al punto 7.2.3 servizi effettuati, dove si richiede una "dichiarazione attestante la prestazione di servizi ad oggetto l’esecuzione di contenuti audio/video di tipo storico riprodotti su supporti multimediali", si chiede di specificare meglio cosa intendete per "tipo storico", dandone una definizione.

Nella fattispecie, prodotti multimediali relativi ad opere d'arte di epoche passate, quali vedute storiche di una città su incisioni o dipinti di epoca rinascimentale, sono considerati di "tipo storico"?
E le digitalizzazioni di opere d'arte o di riviste/libri storici?

Risposta n.1:
Per “esecuzione di contenuti audio/video di tipo storico” si intendono file audio/video che narrano, descrivono, illustrano, commentano, analizzano fatti e oggetti appartenenti al passato, realizzati attraverso una “attività intellettuale” prodotta dai soggetti partecipanti. Pertanto la mera riproposizione digitale, attraverso file audio/video, di oggetti ed eventi del passato senza alcuna integrazione “prodotta” dal soggetto partecipante, non rientrano fra i requisiti richiesti.

Domanda n.2
Alla quota +9.28 in PIANTA 05 viene indicato il posizionamento di uno schermo 3D da collocare su supporto basso, addossato ai pannelli della parete D. Nella sezione D-D’ viene indicata la posizione dello schermo non in prospetto, come da pianta 05, bensì steso sulla pavimentazione, quale dovrà essere la posizione del monitor? Verticale o orizzontale?
Risposta n.2:
Il  monitor è orizzontale ed è posizionato nell'angolo tra le pareti A e D (con il lato lungo sulla parete A);  lo schermo dovrà essere collocato  su un podio alto circa 70 cm, l'eventuale progettazione e fornitura dello stesso potrà rientrare tra le offerte migliorative. 

Domanda n.3
Al proiettore 6, come da capitolato, viene associata una proiezione a pavimento interattiva di maioliche antiche. Nelle sezioni AA’ e CC’ il proiettore 6 è indicato, ma proietta su pareti verticali e non sul pavimento. Si chiedono quindi delucidazioni su tale discrepanza e se ci si debba attenere a quanto prescritto dal capitolato?
Risposta n.3:
Il proiettore 6 è collocato così come indicato nella pianta 05; lo stesso si immagina orientato in modo da inquadrare una porzione di pavimento, il reperto 24 e parte della parete. I contenuti ad esso associati dovranno quindi essere suddivisi per ciascuna delle porzioni di superfici indicate.

Domanda n.4
Nella Pianta 05 compare la scritta “ceramiche” a ridosso della parete B. si chiede a quale reperto si faccia riferimento nella fattispecie corrente.
Risposta n.4:
Ci si riferisce ad una selezione delle ceramiche indicate nell'allegato RR fig. 28.

Domanda n.5
Nella tabella riassuntiva del disciplinare, pag. 13, nella descrizione del subcriterio 1, al punteggio non è associato come elaborato richiesto l'allegato 3 (cronoprogramma), invece prescritto nel capitolato come documento da allegare alla relazione generale, oltre ad essere già presente un cronoprogramma tra gli elaborati forniti (DVD). Si chiede quindi se l’allegato 3 debba essere associato anche al subcriterio 1.
Risposta n. 5 
Il cronoprogramma deve essere allegato ESCLUSIVAMENTE all'offerta tempo. Detto cronoprogramma è quello da redigersi a cura del concorrente in uno all'offerta del ribasso del tempo e quindi dovrà essere  coerente con la stessa. La Commissione di gara ne deve prendere conoscenza solo al momento dell'offerta economica-tempo, in seduta pubblica

Domanda n.6
L’altezza del proiettore 3 non viene indicata in sezione. È corretto presumere che sia la stessa indicata per il proiettore 1?
Risposta n. 6
Si, è la stessa, dato che i proiettori si possono considerare simmetrici .

Domanda n.7

La fornitura dei pannelli info-grafici non è accennata nel capitolato e neanche nel computo metrico estimativo fornito nel DVD. Il capitolato parla infatti di contenuti e di progettazione del tipo di supporto ma non della fornitura. Si chiedono quindi precisazioni in merito alla fornitura dei pannelli info-grafici.
Risposta n. 7
Si richiede la fornitura dei pannelli, ivi incluso il montaggio degli stessi nelle modalità più efficaci rispetto alla soluzione proposta.

Domanda n.8

Da capitolato viene indicato che il reperto n°24 deve essere oggetto di videoproiezioni mappate, ma, nel capitolato stesso, il proiettore non viene indicato nelle mappe e nei prospetti dell’allegato EG1. Si chiede quindi delucidazioni in merito.
Risposta n. 8
Il proiettore 6, opportunamente orientato in fase di istallazione, dovrà inquadrare anche il reperto 24.

Domanda n.9
Nella sezione CC’ alla quota +11.83 (pianta 06) la posizione dello schermo 3D nella bifora è invertita rispetto a quanto indicato nella pianta 06, dove invece è posizionato il reperto 22. Si chiede quale sia la corretta posizione.
Risposta n. 9
La posizione corretta di schermo e reperto è quella della pianta 06.

Domanda n.10

In merito al reperto 21 (monete antiche), non viene esplicitato nel capitolato che tipo di teca debba essere predisposta. Si chiedono delucidazioni in merito.
Risposta n. 10
La progettazione e fornitura della teca contenente le monete è considerata una miglioria che il concorrente può proporre in fase di gara. La teca dovrà essere di dimensioni tali da potersi collocare nell'interspazio delle colonne d'acciaio per una profondità di circa 40 cm,  e dovrà essere preferibilmente in vetro e acciaio.

Domanda n.11

Con riferimento al reperto 23 (coppia di capitelli), si chiede cosa si intenda per musealizzazione.
Risposta n. 11
Per il reperto n. 23 non si prevede l'associazione di contenuti multimediali.

Domanda n.12
Con riferimento ai reperti n° 20 (coppia di colonne) si chiede come si debbano collocare rispetto al pannello retrostante.
Risposta n. 12
I reperti  n.20 sono appoggiati sul piano a quota  11,83, antistanti il pannello come indicato nella pianta 06; La progettazione di supporti da terra per gli stessi  è considerata una miglioria che il concorrente può proporre in fase di gara.

Domanda n.13
Nella sezione BB’ alla quota +11.83 (pianta 06) la posizione dello schermo 3D nella bifora è invertita rispetto a quanto indicato nella pianta 06, dove invece è posizionato anche il reperto 25. Il capitolato indica espressamente che lo schermo dovrà essere posizionato nella bifora adiacente al reperto 20. Si richiede quindi quale sia la corretta collocazione del monitor 3D e del reperto n. 25.
Risposta n. 13
La posizione corretta del reperto n.20 e del monitor 3d è quella della pianta 06; il reperto n.25 dovrà essere collocato nella bifora adiacente sulla stessa parete (B).

Domanda n.14
Il capitolato indica che la retroproiezione alla quota +19.84 del proiettore 9 sia rivolta alla parete vetrata B, invece dalla pianta 09 il proiettore 9 è rivolto sulla vetrata in direzione parete A. Si chiede quale sia l’interpretazione corretta?
Risposta n. 14
La posizione corretta è quella raffigurata nei grafici dell'elaborato EG1.

Domanda n.15
La posizione dei reperti n° 6-7-8-9 (pianta 02) non viene indicata con precisione in altezza. Essendoci alcuni proiettori posizionati verso l’alto (proiettore 1 e 3), si chiede se la loro posizione dovrà essere a terra oppure in sospensione con supporti ad hoc. Si chiede inoltre che tipo di ancoraggio al muro sia previsto nel caso in cui gli stessi debbano essere in sospensione. In caso di risposta affermativa, si chiede infine, se lo stesso debba essere fornito.
Risposta n. 15
La disposizione  dei  reperti è in sospensione sulla  parete, su supporti la cui progettazione e fornitura è considerata una  miglioria che il concorrente può proporre in fase di gara.

Domanda n.16
Si chiede di chiarire come mai il contenuto dell'allegato MAV, consegnato in sede di sopralluogo, non consista in file della tipologia specificata in Capitolato Tecnico, ma in file di formati diversi.
Risposta n. 16
La differente estensione del file “MAV” non altera assolutamente i contenuti ed il loro utilizzo ma facilita solo la lettura anche con normali lettori DVD.
Se richiesto, il file potrà essere fornito telematicamente nel formato originario.

Domanda n.17
Nel capitolato tecnico, categoria 2, pag. 15, si legge: "Servizio di produzione e gestione dei contenuti testuali multilingua (italiano e inglese) e grafici per un periodo minimo di 18 mesi relativi alla comunicazione del proprio sito internet, alla gestione dei profili Social (facebook, twitter), e all'aggiornamento del materiale promozionale e di divulgazione". Si chiede di esplicitare più nel dettaglio la natura del servizio e precisamente si chiede se l'appaltatore dovrà gestire in autonomia i contenuti del sito e quelli dei profili Social per 18 mesi o se si tratterà di mero supporto alla stazione appaltante? Si chiede altresì se l'aggiornamento del materiale promozionale e di divulgazione debba consistere nell'aggiornamento di strumenti di comunicazione cartacei esistenti per adeguarli al nuovo sistema di identità visiva. In caso affermativo si chiede di indicare quali strumenti andrebbero aggiornati (ad es. opuscoli, brochure).
Risposta n. 17
Si richiede la produzione ex novo dei contenuti riferiti all’allestimento museale oggetto di gara, pertanto i contenuti  già esistenti andranno rivisitati e integrati con quelli ex novo. Per “già esistenti” si intende la brochure cartacea della Villa, pubblicata anche sul sito al link: http://www.villarufolo.it/download/OpuscoloVillaRufolo.pdf e tutti i contenuti pubblicati sui siti: www.villarufolo.it, www.fondazioneravello.it; www.ravellofestival.com e sui social.

Domanda n.18
Nel capitolato tecnico, categoria 2, pag. 14, si legge: “Progettazione del marchio/logotipo del sistema culturale che tenga conto degli attuali marchi/logotipi già utilizzati dalla Fondazione Ravello”. Si chiede se il marchio/logotipo da progettare riguardi tutto il complesso di Villa Rufolo (Villa, Torre, Giardino) oppure se si riferisca esclusivamente alla Torre. In caso in cui si riferisca all’intero complesso si chiede se il nuovo logo vada quindi a sostituire il logo attuale di Villa Rufolo.
Si chiede altresì quali siano i marchi logotipi già utilizzati da Villa Ravello di cui tenere conto.
Risposta n. 18
Ci si riferisce ai logotipi dell'intero complesso di Villa Rufolo, così come di seguito:

 

 

 

 

 

Si tratta quindi della proposizione di un unico logotipo che possa, eventualmente, essere adottato in sostituzione degli esistenti.

Domanda n.19
Siamo un Consorzio Ordinario ed intendiamo Partecipare alla gara in oggetto con l'intervento di due dei nostri soci. I nostri due soci  sono in possesso dei requisiti di ordine generale di cui ai punti 7.1.1 e 7.1.2, mentre il consorzio è in possesso solo del requisito 7.1.1.
Si chiede, se sia possibile la partecipazione al bando di gara da parte del consorzio Ordinario, esponendo come mandataria e mandante i due soci aventi i requisiti sopra citati.
Risposta n. 19
La partecipazione di un Consorzio ordinario limitatamente ad alcune consorziate è esclusa in quanto espressamente consentita soltanto per i consorzi di cooperative, i consorzi artigiani ed i consorzi stabili. Ove vogliano partecipare ad una gara solo alcune della imprese consorziate queste devono vincolarsi come le A.T.I. attraverso un mandato collettivo speciale con rappresentanza irrevocabile.

Domanda n.20
Con riferimento al punto 7.2.2 del disciplinare di gara, considerando che la data ultima di legge per la chiusura del bilancio 2014 è il 30.04.2015, preghiamo di confermare che sia sufficiente presentare una situazione provvisoria di fatturato in autocertificazione;
Risposta n. 20
Con riferimento al secondo periodo del punto 7.2.3, si precisa che i bilanci da prendere in considerazione sono quelli approvati nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando sulla GURI, ossia i bilanci 2011, 2012, 2013.

Domanda n.21

Con riferimento all'allegato 1.3 "elenco delle apparecchiature tecniche, hardware e software", preghiamo di confermare che gli hardware e i software elencati saranno forniti dalla stazione appaltante al netto di quelli previsti per la biglietteria elettronica.
Risposta n. 21
Si conferma quanto richiesto, al netto di ulteriori dispositivi necessari all'attuazione delle soluzioni di progetto proposte per la biglietteria e per le migliorie tecniche, oltre quanto già specificato in capitolato tecnico.


Twitter Update

This user has reached the maximum allowable queries against Twitter's API for the hour.

Fondazione Ravello

Fondazione Ravello
Sala Frau
Viale Richard Wagner, n. 5
84010 Ravello (Sa) - Italia

tel. +39 089 858360
fax +39 089 8586278
e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
pec: fondazioneravello@pec.fondazioneravello
.eu


www.fondazioneravello.it

Villa Rufolo
Piazza Duomo
84010 Ravello (Sa) - Italia

tel./fax +39 089 857621
e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
pec: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

www.villarufolo.it

Ravello Festival

Box Office +39 089 858422
e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

www.ravellofestival.com

Iscriviti alla Newsletter

e sarai aggiornato su tutte le attività della Fondazione Ravello

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site

EU Cookie Directive Plugin Information